domenica , 15 settembre 2019
Ultime notizie
Home » Protocolli » Protocollo Ipercolesterolemia
Protocollo Ipercolesterolemia

Protocollo Ipercolesterolemia

Oggi noi di Integra ti proponiamo un percorso nuovo, un approccio diverso, di sicuro interesse e di sicuro beneficio per il tuo benessere vascolare.La colesterolemia è la quantità di colesterolo presente nel sangue. Viene misurata su un piccolo campione ematico prelevato a digiuno da almeno 10-12 ore e si esprime in milligrammi di colesterolo per decilitro di sangue (mg/dl).

buono-cattivo-colesteroloLa colesterolemia è influenzata dal ritmo con cui l’organismo, soprattutto a livello epatico, produce colesterolo, ed in misura minore dalla dieta. Per questo motivo, nei giorni che precedono il prelievo, l’alimentazione dev’essere sobria e povera di cibi grassi ed alcol, che potrebbero alterare in eccesso i valori colesterolemici.

L’organismo di una persona sana, pesante circa 68 kg, sintetizza ogni giorno approssimativamente un grammo di colesterolo, ne contiene in totale circa 35 volte tanto e ne ricava dalla dieta intorno ai 250 mg/die. Sebbene esista una certa variabilità individuale sulla base di diversi fattori (sesso, età, genetica, stile alimentare, attività fisica), nell’adulto la colesterolemia si attesta mediamente tra i 140 ed i 200 mg/dl. Quando la concentrazione di colesterolo nel sangue eccede tali valori, o più in generale quelli ritenuti normali per la popolazione di riferimento, si parla di ipercolesterolemia.

colesteroloL’eccessiva concentrazione di colesterolo nel sangue non è una vera e propria malattia, bensì un disordine metabolico che a sua volta può divenire causa di svariati processi morbosi, in particolare di patologie cardiovascolari. Nella stragrande maggioranza dei casi, l’ipercolesterolemia non dà alcun sintomo evidente; tuttavia, quando perdura per svariati anni, favorisce la formazione di depositi collosi (chiamati placche) sulle pareti interne delle arterie. Tali placche possono diminuire il flusso ematico fino ad interromperlo, privando organi importanti come il cuore ed il cervello di un adeguato apporto di ossigeno e nutrienti. Concreto anche il rischio che il vaso sanguigno colpito vada incontro a rottura o che la placca aterosclerotica si rompa e subisca un processo coagulativo, con formazione di un trombo spesso causa di infarto cardiaco improvviso od ictus.

Quando l’ipercolesterolemia diviene pericolosa?
Nel precedente paragrafo abbiamo visto che l’ipercolesterolemia è un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, in particolare per l’aterosclerosi (formazione di placche nelle arterie di grosso calibro) e le patologie ad essa associate, come l’angina pectoris, l’infarto e l’ictus. Appare quindi evidente la necessità di mantenere la colesterolemia a livelli quanto più possibile adeguati. Ma quali sono questi livelli?

Interpretazione dei valori di colesterolo

Semplice da misurare ed economico, ma ormai considerato superficiale e poco significativo, il colesterolo totale è soltanto uno dei tanti fattori che predispongono alle malattie cardiovascolari, come l’ipertensione, il diabete mellito, il fumo di sigaretta, l’obesità , l’ipertrigliceridiemia, la familiarità per tali patologie e l’inattività fisica. Alcuni di questi fattori risultano modificabili (abitudine al fumo di sigaretta, pressione arteriosa, diabete mellito), mentre altri vengono definiti non modificabili (età, sesso, familiarità e fattori genetici).

Aterosclerosi
Alla luce di queste considerazioni, la decisione di intraprendere un trattamento atto a riportare nella norma la colesterolemia, non è dettata dal superamento di un particolare valore limite, ma dalla valutazione complessiva del rischio cardiovascolare del singolo individuo. Così, per esempio, il medico può decidere di non trattare un paziente sportivo, non fumatore, giovane, in perfetta forma e con una colesterolemia pari a 220 mg/dl e di prescrivere statine ad un altro soggetto che, pur avendo una colesterolemia pari a 170 mg/dl, presenta, nel complesso, un elevato rischio cardiovascolare (ad esempio perché diabetico o post-infartuato).

Come se non bastasse, negli ultimi anni sono stati proposti numerosi altri “termometri del rischio cardiovascolare”, come l’omocisteina, l’iperuricemia, l’aggregabilità piastrinica, le apolipoproteine (soprattutto l’apolipoproteina A1 e l’apolipoproteina B), i radicali liberi, i fattori proinfiammatori (soprattutto la proteina C reattiva o PCR), l’ossido nitrico, gli immancabili trigliceridi e tanti altri.

Questo è quello che comunemente si vede e si legge sui siti internet riguardante questo problema. E dopo avere provato per anni la classica “Pillola” ci accorgiamo che quando questa non viene più presa tutto ritorna come prima. Tuttavia il nostro medico la prima cosa che ci dice di fare e di prendere effettivamente questa statina chimica che agisce sul sintomo ovvero l’innalzamento della colesterolo HDL ma non sul problema vero e proprio.
E se quindi ti stai trovando a leggere queste righe e perché hai capito che l’approccio terapeutico deve essere totalmente diverso. Ovvero multidisciplinare e multifunzionale.
Oggi noi di Integra ti proponiamo un percorso nuovo, un approccio diverso, libero dai pregiudizi dei grossi professori di medicina, che tutto fanno con la chimica, ma di sicuro interesse e di sicuro beneficio per il tuo benessere vascolare.

Eccolo:

Il Protocollo Ipercolesterolemia

1) Dieta per l’Ipercolesterolemia
Sappiamo che l’Ipercolesterolemia è influenzata positivamente o negativamente da quello che mangiamo, uno scorretto stile di vita e soprattutto alimentare ha uno squilibrio funzionale sulla pressione; esempio: se mangio molto formaggio esso agirà come innalzatore del fattore HDL ovvero il colesterolo cattivo, mettendo in allarme tutto il sistema cardiocircolatorio, e quindi un alimento che dovremmo di sicuro farne a meno per il tempo di guarigione. E quindi con sicurezza matematica che mi sento di affermare che un alimentazione corretta priva di quegli alimenti ipercolesterolemici, porterà sollievo e una pronta guarigione. Il programma dietetico durerà 28 giorni iniziali prendendo in considerazione una valutazione dello stile di vita, e di quello alimentare più una anamnesi di carattere generale.

2) Integrazione Alimentare
Sappiamo che la natura negli anni ha fatto conoscere alla popolazione mondiale una serie di composti che sono di sicuro interesse per il controllo funzionale del sistema cardiocircolatorio ; esempio: i semi di chia ricchi di omega 3 o i semi di lino hanno quel potere naturale di poter far scendere il livello di colesterolo nel sangue, riportando le iperdisplidemie a livelli regolari.  Si è addirittura constatato che la consumazione regolare di questo alimento può arrivare a superare la dose ottimale di quella stessa della ” Pillola” per il controllo del’Ipertcolesterolemia. Oggi i vari composti agiranno sinergicamente dando un sollievo abbastanza veloce ai tuoi disturbi. L’integratore verrà consigliato in base all’età, e lo stile di vita praticato.

3 ) Ginnastica
Sappiamo che un attività ginnica apporta un miglioramento fisico non indifferente a tutto il corpo, la maggiore ossigenazione cellulare fa si che diversi tessuti anche in condizione di sofferenza migliorano con una discreta attività fisica; esempio: una buona attività fisica porterà l’abbassamento della pressione, la maggiore ossigenazione, porterà il sangue ad avere una quantità enorme di emoglobina che come conseguenza avrà un giovamento delle pareti arteriose ed un sicuro abbassamento dell’attività del fattore HDL.

Quanto mi costa tutto ciò:

Il programma si divide in più step. Ma questo non ti deve far preoccupare, tipo: oddio, chissà quanti step dovrò affrontare e quanto mi costeranno!!!
Niente di più sbagliato …

Il primo step costa € 49,00 tutto compreso ( Dieta, Integratore, Ginnastica).

Se dopo i primi 28 giorni non abbiamo i risultati sperati, che non tarderanno a venire, quello che dovrai comprare sono solo gli integratori, il resto te lo offriamo noi. Ovvero: aggiornamento dieta e feedback per ginnastica.
Inoltre un filo diretto con il nostro studio, sarà sempre attento alle tue esigenze con un operatore dedicato dalle ore 09:30 alle ore 13:00 e dalle ore 16:30 alle ore 20:30 dal lunedì al sabato. Oppure se vuoi puoi gestire il tutto tramite mail, rimanendo così del tutto anonimo. E se vuoi puoi pagare tramite paypal in modo di avere la massima sicurezza anche sul fronte economico.

Ora hai tutte le informazioni che ti interessano, chiama ora stesso e fissa un appuntamento telefonico, oppure compila il form e scrivi Protocollo Ipercolesterolemia . Verrai contattato al più presto da un nostro operatore che ti darà  tutte le delucidazioni che vorrai, e solo successivamente deciderai se acquistare il protocollo o meno.
Non perdere altro tempo…la strada tra te ed il tuo benessere cardiocircolatorio  ormai e a portata di mano, ma è sopratutto economico. A presto!

Integra Nutrizione offre consulenza telefonica dalle 9:30 alle 13:00 e dalle ore 16:30 alle ore 20:30 dal lunedì al sabato, chiamando al 0932.1913917

Commenti chiusi.

Scroll To Top